Treccia nobile




Nobile perchè - pur essendo una semplicissima treccia all'uvetta ... il che sa anche un po' di popolare - è tratta dal libro di Lorenza De' Medici Stucchi ... che sa di nobile!


100 g uvetta
25 g lievito di birra (20 per la ricetta originale)
1/8 l latte
450 g farina 00 (400 per l'originale)
3 uova
50 g zucchero
100 g burro (strutto per l'originale)
1 pizzico sale


la ricetta originale prevede anche la scorza di 1/2 limone e la granella di zucchero che io non ho utilizzato...il limone perchè non avevo in casa limoni non trattati e la granella perchè a casa mia non piace a nessuno...tranne ai miei nipoti che staccano solo quella e lasciano tutto il resto!!!


Ho messo l'uvetta in ammollo in acqua calda.
Nel frattempo ho sciolto in una ciotola il lievito nel latte tiepido, ho unito 50 g di farina ed ho messo a lievitare coperto per circa 30 minuti in luogo tiepido (vicino al camino!).
In un'altra ciotola ho messo la restante farina, 2 uova, lo zucchero, il sale, il burro, l'uvetta e, per ultimo, il panetto di lievito ed ho lavorato fino ad avere un impasto morbido ed elastico che ho messo a lievitare in una terrina coperta per 2 ore (fino al raddoppio).
Poi ho ripreso la pasta, l'ho lavorata per sgonfiarla e ho formato 2 rotoli uguali che ho sistemato sulla placca del forno - ricoperta con carta forno - per 1 ora.
A questo punto ho fatto la treccia, l'ho spennellata con l'uovo sbattuto ed infornato a 180° per circa 30 minuti.

Nessun commento:

Posta un commento