Tapas con los higos


Eccomi reduce da una domenica passata a raccogliere i fichi del vicino di casa...quelli neri.....e nel frigorifero fichi bianchi omaggiati da un altro vicino....che annata! fichi ovunque.....

Non posso far altro che sfruttare al meglio la situazione partecipando a ben 2 raccolte e precisamente tapas per l'estate e non solo prosciutto e fichi.

La prima raccolta prevede l'utilizzo di prodotti Olivia&Marino di cui io vado pazza.
Per la mia ricetta ho utilizzato le sfoglie croccanti al forno anche se avrei preferito ideare una ricetta con le schiacciate che - ahimè - non ho trovato....sigh...alla fine devo dire che per la ricetta che ho realizzato sono ideali le sfoglie.

sfoglie croccanti al forno
caprino
fichi verdi e neri

Prendere il caprino e lavorarlo con una spatolina, spalmarlo sulle sfoglie senza appiattirlo troppo, coprire con una fetta di fico tagliata a rondella.

Sembra semplice semplice e, in effetti lo è, ma vi assicuro che il gusto è fantastico!!!

Oltre a queste tapas ne ho preparate altre mettendo al posto dei fichi delle fettine di melone tagliate sottilissime (sembrava salmone!) e rosso d'uovo cotto "in camicia". Ottime!

Biscottini fantasia





Come al solito ho preparato un'esagerazione di pasta frolla e glasse per la ricetta precedente
Ecco, quindi, dei biscottini che cadono proprio a faggiuolo!!!! dato che mia mamma deve fare un regalo....





Morgan e "Le Sagome"... di pasta frolla



Ecco finalmente la mia prima ricetta per la raccolta "Cook your talent".
Ho pensato ad oggetti e simboli "morganici" e li ho riprodotti con la pasta frolla:



per gli oggetti
300 g farina
150 g burro
125 g zucchero
1 uovo

per la decorazione
140 g zucchero a velo
10 g albume
10 g succo di limone
coloranti nero e rosso

Ho preparato la pasta frolla e l'ho messa in frigorifero per circa 1 ora (avrei potuto lasciarla anche 6 ore visto il caldo....!!!!!)
L'ho stesa e ritagliato "le sagome" che ho messo a cuocere in forno preriscaldato a 180° per 12 minuti.
Ho messo "le sagome a raffreddare su una gratella.
Nel frattempo ho preparato la glassa: ho setacciato lo zucchero a velo in una ciotola, ho aggiunto l'albume e il succo di limone, dopodichè ho montato gli ingredienti servendomi di una frusta elettrica.
Ho suddiviso il composto in 3 ciotoline e colorato una col nero e una col rosso (ovviamente col nero non ho avuto problemi, col rosso i soliti.....ho messo parecchie gocce di colorante - e quindi aggiunto anche altro zucchero a velo - per ottenere un bel rosso carico.....risultato: sempre rosa!!!!).
Sono così passata alla decorazione - con la sac à poche - come potete vedere.........

Meringhette esotiche





Con questo post partecipo alla raccolta "l'ovetto a metà".
Una volta una mia amica mi ha raccontato di aver fatto per il compleanno di sua figlia parecchie crostate utilizzando uno sproposito di tuorli e di aver buttato i rispettivi albumi perchè pensava fossero inutilizzabili.
Inconcepibile! Io con gli albumi faccio di tutto, dal salato al dolce.....e poi, tutti mi prendono in giro, sono la regina del riciclo...riesco a riutilizzare qualsiasi cosa...figuriamoci se butto degli albumi nuovi nuovi.....non sia mai.............


3 albumi
250 g zucchero a velo
250 g frutta disidratata mista (io ho usato papaia, ananas, mango)

Sbattere gli albumi a neve con uno sbattitore elettrico, aggiungendo a poco a poco lo zucchero a velo setacciato.
Il composto per le meringhe è pronto quando la frusta sta in piedi da sola.
Aggiungere la frutta tagliata a pezzettini mescolando delicatamente con una frusta a mano.
Con due cucchiaini formare dei mucchietti sulla piastra del forno ricoperta di carta forno.
Lasciar asciugare a temperatura ambiente per 2 o 3 ore e cuocere in forno a 100° per circa 30 minuti.








Gocce allo zucchero di canna

23 agosto 2009


180 g farina
1/2 cucchiaino bicarbonato
125 g burro
30 g zucchero di canna
30 g zucchero
1 uovo
essenza di vaniglia
sale

Lavorare il burro con i 2 tipi di zucchero usando uno sbattitore elettrico ad alta velocità fino ad avere una crema.
Unire l'uovo leggermente sbattuto e 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia senza mescolare troppo.
Incorporare la farina setacciata con il bicarbonato e il sale.
Con un cucchiaio distribuire l'impasto a mucchietti su una piastra e infornare a 180° per 10-12 minuti.

Gambe di biete gratinate

22 agosto 2009

Ecco come ho utilizzato le gambe delle biete:

dopo averle lavate, le ho tagliate lunghe circa 10 cm e cotte in una pentola a vapore finchè si sono intenerite.
Ho unto il fondo di una pirofila rettangolare con dell'olio evo e ho fatto uno strato di "bastoncini" di biete, li ho cosparsi con del parmigiano grattugiato e coperto con 2 fette di scamorza affumicata.
Ho continuato così per 4 strati concludendo con parmigiano grattugiato e 4 fette di scamorza affumicata.
Ho coperto la pirofila con carta stagnola ed infornato per circa 1 ora a 170°.
Ho lasciato intiepidire prima di portare in tavola, così le verdure non erano ustionanti e risultavano più compatte (quindi esteticamente più belle da servire).
Durante la cottura in forno le gambe delle biete rilasciano un po' d'acqua...basta versarla nel lavandino a cottura ultimata!

Strudel salato con biete e ricotta

22 agosto 2009

Quest'anno sembra che la natura sia stata generosa e dall'orto dei vicini di casa arrivano in continuazione verdure fresche tra cui biete a quintali.
Ecco allora come ho utilizzato la parte verde:

ho lavato e cotto le foglie mettendole bagnate in una pentola coperta senza aggiungere altra acqua...il tempo di cottura è di circa 20 minuti, meglio controllare con una forchetta.
Dopo averle scolate e strizzate le ho tagliate a pezzettini e fatte saltare in padella con un po' di olio evo per circa 10 minuti, salate e pepate.
Le ho lasciate raffreddare e le ho mischiate a 250 g di ricotta e 50 g di caciocavallo grattugiato, poi ho preso una confezione di pasta sfoglia rettangolare, l'ho assottigliata leggermente cospargendola di farina, ho messo al centro 2 fettine di mortadella e coperto il tutto con il composto di biete lasciando qualche centimetro di margine.

A questo punto ho arrotolato il tutto come si fa per lo strudel (ho ripiegato i lati corti di un paio di cm e mi sono aiutata con la carta forno che si trova sotto la sfoglia per arrotolare).
Ho sigillato i bordi con un po' di acqua, ho spennellato la superficie con un uovo sbattuto, ho praticato delle incisioni trasversali sulla superficie ed ho infornato a 180° per 30 minuti.
Dopo di che ho fatto colorire lo strudel sotto il grill per un minuto circa.

Ciclopi albicoccoli

21 agosto 2009



Con la pasta frolla e la marmellata di albicocche che mi sono avanzati dalla ricetta precedente ho fatto questi biscotti....volevo chiamarli monoccoli.......

Ho ricavato dalla pasta frolla tanti dischi uguali di circa 7 cm di diametro.
Alla metà di essi ho praticato un foro centrale.
Li ho cotti in forno per 10 minuti a 180°, ho spennellato quelli interi con la marmellata scaldata in un pentolino, ho sovrapposto quelli forati e riempito i buchi con la rimanente marmellata.
Li ho messi poi su una gratella ad asciugare.

Crostata geometrica

21 agosto 2009


Ieri ho preparato della pasta frolla con:

250 g farina
125 g burro
100 g zucchero
1 uovo

l'ho messa in frigorifero per tutta la notte (è cmq sufficiente mezz'ora) e stamattina, prima di uscire, ho steso poco più di metà pasta, l'ho messa in una tortiera ricoperta con carta forno e, con la rimanente pasta frolla, ho creato le geometrie come da foto.
Ho riempito gli spazi con della marmellata di albicocche e della marmellata di mirtilli rossi (sempre quella delle crostatine e dei biscotti di grano saraceno).
Ho infornato la crostata a 180° per 40 minuti e l'ho fatta colorire sotto il grill per pochi minuti.

Biscotti di grano saraceno

19 agosto 2009


Tempo fa avevo preparato le crostatine di grano saraceno e congelato la pasta frolla che mi era rimasta...oggi - cercando nel freezer qualcosa da cucinare per pranzo - l'ho ritrovata ed ho optato per questi biscotti.

marmellata di mirtilli rossi (la stessa dell'altra volta)

Stendere la frolla e ritagliare dei dischi di circa 8 cm di diametro.
Forare in tre punti metà dei dischi con uno stampino piccolo.
Cuocere in forno a 180° per 10-12 minuti e far raffreddare su una gratella.
Scaldare la marmellata per pochi secondi, pennellarla sul disco intero, sovrapporre il disco forato e riempire i buchi con dell'altra marmellata.
Lasciar asciugare.

Faccine & c

19 agosto 2009

Ieri Leonardo e Rossana alla tv hanno visto la solita pubblicità dei biscotti con le faccine e - parlando tra loro - hanno detto: "a noi le faccine le fa la zia"...in effetti gliel'avevo promesso.....

per i biscotti
1 tuorlo
2 cucchiai latte
180 g farina
20 g burro
70 g zucchero
sale

per la glassa
1 albume
100 g zucchero a velo
cacao amaro

In una ciotola sbattere il tuorlo e il latte con una frusta a mano fino ad avere un composto schiumoso.
In un'altra ciotola lavorare la farina con il burro, lo zucchero ed il sale e amalgamare al composto di uova (io ho aggiunto qualche goccia d'acqua perchè l'impasto era troppo asciutto e non legava).
Formare una palla, avvolgere in pellicola e mettere in frigorifero per mezz'ora.
Riprendere la pasta, stenderla con un mattarello, ritagliare dei biscotti con un tagliapasta di circa 5 cm di diametro, metterli sulla placca del forno ricoperta con carta forno e cuocere per 10 minuti a 180°.
Mettere i biscotti a raffreddare su una gratella e decorarli con la glassa al cioccolato così preparata: montare l'albume a neve e - sempre mescolando con il frullino elettrico - aggiungere un poco alla volta lo zucchero e il cacao setacciati, fino ad avere la consistenza desiderata.
Mettere la glassa in una sac à poche con beccuccio molto fine e decorare con la propria fantasia.
Quando mi sono stancata di fare faccine ho sperimentato altri stampi che non avevo ancora utilizzato....

Tasca di tacchino ripiena

16 agosto 2009

1 Kg petto di tacchino tagliato a tasca
250 g ricotta
200 g coste
bresaola
olio evo
vino bianco
sale pepe


Far bollire le coste, lasciarle raffreddare e tagliarle a pezzettini.
Unirle, quindi, alla ricotta setacciata e salare leggermente.
Foderare la tasca di tacchino con delle fette di bresaola unte d'olio, riempirla con il composto di ricotta e cucire l'apertura.
Mettere la tasca in una teglia leggermente unta, spruzzare con del vino bianco e mettere la teglia coperta in forno a 180/200° per circa 1 ora rigirando la tasca di tanto in tanto.
Trascorso questo tempo, togliere il coperchio e far dorare la tasca ripiena - rigirandola ancora un paio di volte - per circa mezz'ora.
Io l'ho preparata molto presto e - una volta cotta - ho lasciato la teglia coperta in forno per un'oretta.
Poi ho tagliato la tasca a fette e l'ho servita tiepida.....così non si rischia che si disfi tutta.....e poi fa caldo!!!


Ghoriba

15 agosto 2009

Era da un po' che volevo fare questi biscotti originari del Marocco. Avevo trovato la ricetta su lospaziodistaximo tanto tempo fa...finalmente - in un calmissimo pomeriggio di ferragosto mentre tutti sono a fare picnic su prati e spiagge - mi sono decisa!


400 g semola di grano duro
125 g zucchero a velo
40 g burro
45 g olio di arachidi
2 uova
1 cucchiaino lievito
1 pizzico di sale
zucchero a velo vanigliato

Fondere il burro nell'olio e lasciar intiepidire.
Montare le uova con lo zucchero a velo fino ad avere un composto bianco e spumoso, aggiungere l'olio e il burro e montare per qualche secondo.
Unire la semola, il lievito e il sale.
Far riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
Disporre dello zucchero a velo vanigliato in un piatto e rotolarvi delle palline di impasto della dimensione di una noce.
Poggiare le palline su una teglia ricoperta di carta forno premendo leggermente fino ad ottenere delle mezze sfere.
Cuocere in forno caldo a 170° per circa 20 minuti (sulla superficie del biscotto si devono formare le tipiche crepe).

Mini-muffins al cioccolato e smarties

14 agosto 2009


200 g farina autolievitante
125 g burro
120 g zucchero
150 ml latte
20 g cacao amaro
2 tuorli
1 bustina vanillina
sale
mini-smarties


Lavorare il burro con lo zucchero fino ad avere una crema.
Sbattere a parte i tuorli con la vanillina e incorporarli alla crema di burro.
Setacciare la farina con il cacao, aggiungere un pizzico di sale e unire al composto diluendo con il latte.
Versare in pirottini di carta, mettere sopra dei mini-smarties e cuocere in forno a 180° per circa 10 minuti.
Io li ho poi decorati con la glassa della ciambella ai frutti di bosco e con delle caramelline a forma di fruttini.

Ciambella ai frutti di bosco

14 agosto 2009

250 g farina
100 g burro fuso
150 g zucchero
3 uova
1 bustina lievito
100 ml latte
150 g frutti di bosco (io ho usato quelli surgelati)
sale

per la glassa
albume
zucchero a velo rosa


Lavorare energicamente i tuorli con lo zucchero usando una frusta, unire il burro, la farina setacciata con il lievito e il latte e lavorare fino ad avere un composto liscio ed omogeneo.
Incorporare gli albumi montati a neve con un pizzico di sale, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Unire i frutti di bosco passati nella farina e rovesciare il composto in uno stampo per gugelhupf imburrato ed infarinato.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 45 minuti.
Sformare e lasciar raffreddare su una gratella.
Preparare la glassa mescolando tutti gli ingredienti e decorare la torta a cascata.



Crepes con ricotta e trombette

13 agosto 2009


Oggi la Linda mi ha portato un sacchettone di zucchine trombetta ed ecco che mi son messa subito all'opera.....


per le crepes
60 g farina
2 uova grandi
250 ml latte
sale
olio evo

per il ripieno
300 g zucchine
250 g ricotta
prosciutto cotto a fettine
olio evo
sale

Preparare le crepes: in una ciotola mettere la farina con un pizzico di sale, sgusciarvi dentro le uova e mescolare con una frusta aggiungendo il latte a poco a poco.
Lasciar riposare la pastella per circa mezz'ora.
Nel frattempo far saltare le zucchine tagliate a rondelle con olio evo e salare.
Frullarle insieme alla ricotta con un frullatore ad immersione.
A questo punto cuocere le crepes: versare un goccio d'olio in un pentolino e quando è caldo versare sufficiente pastella a coprire il fondo, cuocere finchè gli orli sono dorati, voltare la crepe e cuocere per pochi secondi ancora.
Proseguire fino ad esaurimento dell'impasto.
Assemblaggio: spalmare la crema di ricotta e zucchine su ogni crepe, adagiarvi sopra delle fettine di prosciutto e arrotolare.

Sistemare tutte le crepes così preparate in una pirofila da forno unta d'olio, coprire con la crema rimasta e un filo d'olio e infornare per circa mezz'ora a 180° dopo aver coperto la pirofila con carta stagnola.
Togliere la carta stagnola e accendere il grill finchè le crepes sono ben dorate.

Caponata di melanzane


13 agosto 2009


1 Kg melanzane
300 g sedano verde
400 g pomodori
1 cipolla
100 g olive verdi denocciolate
50 g capperi
1 bicchiere aceto bianco
1 cucchiaino zucchero
sale pepe
olio evo
olio di arachidi
basilico

Per prima cosa dovete tagliate le melanzane a dadini e metterle a scolare cosparse di sale grosso per circa 1 ora.
Dopodichè spellate i pomodori immergendoli in acqua bollente per 5 minuti, eliminate i semi, strizzateli e tagliateli a pezzettini.
Tagliate il sedano a pezzetti e le olive a metà.
A questo punto tritate finemente la cipolla e mettetela a rosolare con 2 cucchiai di olio evo, unite i pomodori e fate cuocere per 10 minuti.
Aggiungete il sedano, le olive, i capperi e l'aceto in cui avrete sciolto lo zucchero.
Salate, pepate e fate cuocere per 20 minuti.
Nel frattempo sciacquate e asciugate le melanzane e friggetele nell'olio di arachidi, scolatele su carta assorbente e unitele al resto delle verdure.
Cuocete ancora per 5 minuti a fuoco basso.
Fate raffreddare e unite del basilico spezzettato.
La caponata si serve a temperatura ambiente....secondo me è ottima fredda!

Tortina morbida con castagne


12 agosto 2009
Perchè una torta di castagne d'estate? Perchè ho trovato delle castagne secche in dispensa con scadenza a dicembre 2009...in effetti avrei potuto aspettare l'inverno, ma mi sono stancata di vederle girare per casa.......ecco quindi la mia mini torta

30 castagne secche circa
100 g cioccolato al latte
60 g cioccolato fondente
80 g burro
20 g farina
2 uova
1 pizzico sale
zucchero

Ammollare le castagne in acqua per qualche ora, e farle bollire per circa 1 ora.
Mettere in un pentolino 2 cucchiai di acqua con 3 cucchiai di zucchero e far scaldare fino ad avere un caramello nel quale rosolare le castagne per qualche minuto.
Nel frattempo, sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro, togliere dal bagnomaria e far raffreddare mescolando con una frusta.
A questo punto incorporare i tuorli, la farina e gli albumi montati a neve con il sale.
Versare l'impasto in uno stampo a cerniera di 22 cm di diametro - ricoperto con carta forno - e, dopo aver affondato le castagne caramellate, cuocere per 45 minuti a 180°.
Sformare e far raffreddare su una gratella.

Hot dog mediterranei


11 agosto 2009


pasta per la pizza (fatta con 400 g farina 00 + 100 g farina 0)
wurstel assortiti
ketchup
maionese
olio evo


Preparare la pasta per la pizza come indicato qui.
Stendere la pasta, tagliare dei dischetti di 10 cm di diametro circa (dipende dalla grandezza dei wurstel), spennellarli con una salsina preparata mischiando ketchup e maionese e avvolgerne ognuno intorno ad un wurstel.
Fissare con un goccio d'acqua, spennellare con olio e cuocere in forno caldo a 200° per circa 20 minuti.

Crostata con nutella e amaretti


9 agosto 2009


Per questa torta ho preso spunto da una ricetta trovata su un blog parecchio tempo fa...onestamente non ricordo quale sia per cui non posso citarlo, posso solo dire che ho apportato un po' di modifiche all'originale......

per la frolla
300 g farina
150 g burro
130 g zucchero
2 tuorli + 1 uovo intero
2 cucchiaini lievito vanigliato
1 pizzico sale

per il ripieno
nutella
caffè + whisky
1 confezione amarettini

Con gli ingredienti per la frolla preparare l'impasto base secondo le istruzioni qui riportate.
Mettere l'impasto, avvolto in pellicola, in frigorifero per almeno mezz'ora, dopodichè stenderne 2/3 con cui rivestire una teglia di 26 cm di diametro imburrata e infarinata (o ricoperta di carta forno).
Bucherellare la base, ricoprirla di nutella, disporre sopra gli amarettini imbevuti nel caffè corretto con whisky, fare una griglia con l'impasto rimanente e cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti, finchè dorata.
Sfornare e, una volta raffreddata, sformare e servire.