Pasta al forno con zucca e besciamella di stracchino



Altra ricetta presa da Giallo Zafferano ed adeguata alle mie esigenze.

500 g di pasta
700 g di zucca delica
2 scalogni
150 g di scamorza affumicata tagliata a dadini
100 g di parmigiano grattugiato
salvia
olio evo
sale, pepe

250 g di stracchino
180 g di latte

Pulire la zucca e tagliarla a pezzetti, metterla in una padella con gli scalogni e la salvia (5-6 foglie) tagliati a pezzetti, aggiungere un filo d'olio e far insaporire.
Aggiungere un po' d'acqua, coprire e lasciar cuocere per circa 10 minuti, salare, pepare e continuare la cottura finchè la zucca è morbida. Frullare il tutto.
Mettere in una ciotola lo stracchino e il latte e frullare.
Cuocere la pasta lasciandola a metà cottura.
Prendere una teglia/pirofila e procedere con gli strati: fare innanzitutto un fondo di besciamella, poi mettere pasta, zucca, besciamella, scamorza, parmigiano e così via fino ad esaurimento degli ingredienti.
Infornare a 200° per circa 30-40 minuti.


Crostata crumble di zucchine e ricotta


Per questa ricetta ho preso spunto da Giallo Zafferano adeguandola alle mie esigenze veg.

per l'impasto
300 g fi farina 00
150 g di burro
1 uovo
50 g di parmigiano grattugiato
8 g di lievito per torte
sale

per il ripieno
300 g di zucchine
200 g di ricotta
sale, pepe
olio evo



Mescolare farina, lievito, sale e parmigiano; aggiungere il burro a pezzetti ed iniziare a lavorare il composto; quando inizia a compattarsi aggiungere l'uovo e formare delle briciole grossolane; mettere in frigorifero per circa 30 minuti.
Pulire le zucchine e tagliarle a fettine; farle saltare in padella con olio evo per circa 10 minuti, salare, pepare e lasciar raffreddare, poi unire la ricotta.
Imburrare e infarinare uno stampo di 22 cm di diametro, rivestire la base e i lati con metà del crumble, mettere la farcia e ricoprire con il restante crumble
Infornare a 180° per circa 50 minuti.



Melanzane a beccafico


Per questa ricetta ho preso spunto da Giallo Zafferano cambiando un po' le dosi per mancanza di "materiale".

1 melanzana
100 g di pangrattato
40 g di parmigiano grattugiato
60 g di uvetta
50 g di pinoli
olio evo
prezzemolo
sale, pepe

Per prima cosa bisogna tagliare la melanzana a fette e metterla "sotto sale" per farle perdere l'acqua per circa 20 minuti (ognuno può usare il metodo che preferisce), dopodichè le fette andranno grigliate su una piastra.
Nel frattempo mettere in ammollo l'uvetta in acqua calda finchè morbida. In una padella far tostare per qualche minuto pangrattato e pinoli in olio evo (2 cucchiai), far raffreddare e mettere in una ciotola aggiungendo parmigiano e prezzemolo tritato.
Prendere le fette di melanzana, farcirle con la panatura e con delle uvette scolate.
Arrotolarle formando degli involtini e chiudere con uno stuzzicadenti.
Adagiare gli involtini in una teglia, cospargerli con eventuale panatura rimasta, irrorare con olio evo  ed infornare a 200° per circa 20 minuti.